Area Associati

Regolamento Actif
Art.1 – Scopo dell'Associazione
L'Associazione ha lo scopo di garantire che gli installatori associati sono in possesso dei requisiti, delle abilitazioni previste dalla vigente legislazione e delle specifiche competenze professionali, in merito alla realizzazione di impianti idrici, termici, di climatizzazione, adduzione gas e solari termici.

Art.2 – Obiettivi dell'Associazione
L'obiettivo dell'Associazione è quello di guidare il cliente finale nella scelta dell'installatore associato, ai fini dell'affidabilità e della competenza professionale dello stesso, che comprende la qualità dell'installazione e l'assistenza tecnica nel tempo, al fine di realizzare impianti in conformità alla legislazione e normativa vigenti.

Art.3 – Soggetti destinatari
I soggetti destinatari del presente Regolamento sono gli installatori in possesso dei requisiti e delle abilitazioni previste dalla vigente legislazione, che abbiano frequentato corsi di formazione o di aggiornamento presso la sede dell'Associazione stessa e/o soggetti/Enti che promuovono ed effettuano tali corsi formativi di settore.

Art.4 – Impegni assunti dall'installatore associato

4.1. Affidabilità
L'installatore associato deve rispettare il codice deontologico, al fine di assicurare onestà e correttezza nella prestazione di servizi e nella fornitura dei prodotti.
4.2. Qualità dell'installazione
L'installatore associato deve garantire la funzionalità dell'impianto nel rispetto delle norme, della legislazione vigenti e delle regole di buona tecnica dell'arte.
4.3. Libretto di istruzioni
L'installatore associato al momento della consegna dell'impianto, deve fornire il libretto d'uso e manutenzione dello stesso, e i libretti d'uso e manutenzione degli apparecchi installati, così come forniti dal costruttore degli stessi.
4.4. Assistenza
L'installatore associato deve fornire assistenza tecnica ed eventuale manutenzione, almeno per tutta la durata della garanzia a cui deve sottostare l'impianto consegnato.
4.5. Prodotti/Componenti
L'installatore associato deve promuovere l'installazione di Prodotti/Componenti e/o Sistemi certificati. Nell'impossibilità di installare Prodotti/Componenti e/o Sistemi certificati, l'installatore associato deve installare Prodotti/Componenti e/o Sistemi con la garanzia di "sicurezza equivalente".
4.6. Pubblicizzazione ed uso del logo ACTIF
L'installatore associato deve pubblicizzare il logo ACTIF sul proprio sito internet;
L'installatore associato deve pubblicizzare il logo ACTIF in tutte le fiere e manifestazioni cui prenderà parte mediante esposizione del logo stesso e di eventuale materiale informativo.
A tale proposito si precisa che:
1. l'installatore associato ha la facoltà di inserire il logo ACTIF anche sulle proprie documentazioni (per es. cataloghi, brochure, carta intestata/buste commerciali, preventivi, fatture, biglietti da visita, pubblicità su riviste, giornali e pagine web, etc.).
2. Il logo ACTIF potrà essere ingrandito o ridotto uniformemente, mantenendo il rapporto delle dimensioni, rispettando i colori in quadricromia e il colore unico, conservando una chiara leggibilità.
L'uso improprio del logo potrà essere perseguito a norma di legge.

4.7. Regolamentazione per l'utilizzo del logo ACTIF
L'installatore associato dichiara di accettare il regolamento per l'utilizzo del logo ACTIF
4.8. Quota di iscrizione all'Associazione
L'installatore associato si impegna a versare la quota di iscrizione annuale rispettando i tempi e le modalità previste dal Direttivo.
4.9. Documentazione richiesta
L'installatore si impegna al momento della richiesta d'iscrizione, di consegnare i seguenti documenti:
1. copia del certificato di iscrizione alla C.C.I.A.A.
copia dell'abilitazione Legge n. 46/90 e successive modificazioni di cui al DM 37/08

Art.5 – Direttivo ACTIF
5.1.
Il Direttivo è l'organo di controllo che decide in merito alla tipologia dei corsi di formazione o di aggiornamento effettuare. Le decisioni del Direttivo sono insindacabili e non impugnabili.
5.2.
Possono entrare a far parte dell'Associazione, tutti i soggetti collegati al settore impiantistico (come ad esempio rivenditori, piccole e medie imprese, installatori, C.A.T. etc.), previo l'espressione del parere favorevole del Direttivo.
5.3.
a) Il Direttivo decide e pattuisce l'ammontare del compenso per l'effettuazione dei corsi di formazione;
b) il Direttivo decide le procedure per la partecipazione ai corsi di formazione;
c) il Direttivo pianifica e programma il percorso formativo annuale.
5.4.
Il Direttivo, nel caso di ricezione di reclami inviati dall'utenza/cliente finale pervenuti all'Associazione solo per iscritto, valuta gli stessi ed eventualmente invia note correttive, all'installatore associato interessato.
Il Direttivo valuta, decide e chiede le dimissioni dell'installatore associato in caso di reiterate violazioni, nel tempo.
5.5.
Il Direttivo, al fine di promuovere l'Associazione presso la categoria degli installatori, decide, programma e pianifica iniziative promozionali e di assistenza tecnica, di cui di seguito si riporta un elenco esemplificativo, ma non esaustivo:
a) promozione dell'Associazione presso gli Enti Locali;
b) promozione di almeno due corsi di aggiornamento l'anno;
c) promozione di strumentazioni per la progettazione e l'installazione i impianti/apparecchi utilizzatori;
d) raccolta ed invio di materiale informativo in merito alla normativa e legislazione riguardante il settore impiantistico.
Altre iniziative saranno promosse quando il Direttivo avrà un ritorno positivo dal mercato.

Art.6 – Durata dell'iscrizione
L'iscrizione all'Associazione ha la durata di dodici mesi e può essere rinnovata tacitamente versando la quota prima della scadenza.

Art.7 – Elenco degli associati
L'elenco potrà essere inviato a tutti gli Enti Istituzionali interessati quali:
Ministeri, Regioni, Province, Comuni nonché a tutte le Istituzioni/Associazioni pubbliche e private che possono avere un interesse in merito, inoltre Agenzie per l'Energia, Associazioni consumatori, Associazioni amministratori condominiali, Istituti proprietari di edifici pubblici residenziali, enti ed Istituti previdenziali, etc.).

Art.8 – Formazione ed aggiornamento degli associati
L'associato deve frequentare i corsi di formazione o di aggiornamento (salvo cause di forza maggiore), organizzati dall' ACTIF;
L'associato può partecipare a corsi di formazione di settore tenuti presso aziende che li promuovono e li effettuano, riconosciuti dal Direttivo.

Art.9 – Per quanto non espressamente su menzionato
L'associato è in possesso di copia dello Statuto a quale fare riferimento per ulteriori chiarimenti.

 
RocketTheme Joomla Templates